ADDIO 2020 BENVENUTO 2021

Per iniziare bene l’anno prossimo e salutare questo 2020 propongo una pulizia energetica per il 31 dicembre.

Accendiamo un palo santo e bruciamo alloro, rosmarino e salvia prima di mezzanotte e lo spargiamo il fumo un po’ per tutta la casa. In questo modo l’anno vecchio se ne andrà portando via con sé angoscia, depressione e malattia. Portiamo il fumo in giro per la casa come un incenso. Dopodiché accendiamo anche delle candele bianche sul tavolo anche per la cena di fine anno. La luce divina riempirà così i nostri cuori , menti e corpi con salute , benessere e saggezza. In questo modo inizieremo l’anno nuovo con più attenzione e ci renderà più ricettivi. Tutti insieme potremo continuare nel camino della luce.

Chi possiede delle pietre semi-preziose come quarzo, ametista ecc. le può purificare con acqua della pioggia e li mette al centro del tavolo in modo che tutta la loro energia si sparga ed inondi le persone della casa. Possiamo fare anche una richiesta speciale per il 2021 e metterla sotto le pietre. Chi ha voglia può creare anche un altare con fiori e foglie, rosmarino, lavanda ecc.

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

cuLTURA ANDINA E LINGUA QUECHUA

Carmelo Sardinas Ullpu è professore di lingua Quechua del progamma di lingue di UNSAM a Buenos Aires. Originario della Bolivia è anche un indigeno militante che da anni lotta per i diritti del popoli indigeni del Abya Yala (América Latina) e del Tahuantinsuyo. Carmelo non ha mai smesso di fare sentire la sua voce per la giustizia sociale e la decolonizzazione nemmeno dopo 70 anni!

Carmelo è originario della comunità Jatun Ayllu T’urupalqa dell’antica nazione Wisija ubicata nella provincia boliviana del Nor Chichas a Potosì. Oggi troviamo una strada che collega la comunità, ma prima la strada era intransitabile. Il paesaggio era rurale tra natura e animali ed i suoi abitanti parlavano solo Quechua.

La sua infanzia non era facile ma era contento perché esisteva l’affetto, la fraternità , la reciprocità e l’armonia nella quotidianità. Gli adulti si prendevano cura dei bambini e degli anziani. Si viveva la convivenza in una comunità che ha resistito per 500 anni alla colonizzazione e allo stato coloniale.

Carmelo ha iniziato a conoscere lo spagnolo a sette anni quando hanno costruito le prime scuole in capanne nelle comunità . La chiesa cattolica fece costruirle con il fine di evangelizzare le comunità. oltre allo spagnolo insegnarono anche il Padre Nostro e L’Ave Maria. Per Carmelo fu uno shock culturale difficile. Fecero battezzare e diedero la comunione a molte persone in quel periodo.

Quando Carmelo aveva 11 anni vendeva i loro prodotti al mercato come merce di scambio ma ricorda che erano molto discriminati già allora. Gli indigeni venivano cacciati via dalla piazza e dalla città.

A 14 anni Carmelo emigrò in Argentina per lavorare insieme a suo zio durante la stagione per raccogliere la canna di zucchero. In quel periodo ci fu un colpo di stato contro il presidente Juan Domingo Peròn (1955). Carmelo ritornò in Bolivia e non tornò in Argentina fino al 1966 quando aveva 25 anni, che già allora difendeva i diritti nei quartieri popolari del suo paese. Iniziò anche in Argentina a partecipare nella politica ed in progetti di urbanizzazione e abitazioni popolari. il movimento si chiamava “movimento vollero”.

Il 25 marzo dell ‘74, il movimiento villero partecipò a una grande manifestazione nella Piazza di Maggio, che si trasformò in uno scontro nel quale morì Alberto Chejolán, il primo “villero” assassinato durante una manifestazione in un governo democratico, più avanti morì anche Carlos Mugica. 

Quando iniziò la dittatura i dirigenti iniziarono a nascondersi in luoghi diversi, gli ultimi anni della dittatura civico-militare Carmelo gli visse rinchiuso in una casa del suo partito politico, lontano dalla vita della città e dei suoi compagni politici. Anni difficili nei cui sono scomparsi 18 compagni ( tra i desaparecidos).

Tayta durante un seminario

Durante la democrazia Carmelo ritornò a viaggiare a Bolivia e riprese gli studi del Quechua la sua lingua. Da qui iniziò la lotta per rivendicare la cultura ed i diritti dei popoli indigeni. Il ritorno alle sue radici gli ha cambiato la vita. La lingua quechua e la sua cultura, quando si studia inizia ad aprirti la mente. La cultura andina è stata una cultura grandiosa e brillante, dove esistevano gli scienziati , i medici, gli architetti, gli astrologi, i cuochi e gli agricoltori di alimentazione sana. Per non parlare delle festività, le tradizioni , la cosmovisione e i solstizi…tutto rispettando sempre la madre terra ( la pachamama)

Come professore di quechua Carmelo conosciuto come Tayta ( padre), iniziò a partecipare agli incontri di lingue native e straniere. Un giorno che fece un incontro aperto a tutti all’Università Nacional de La Matanza conobbe un professore di lingua guaranì. Insieme elaborarono un progetto di legge per dichiarare come interesse municipiale le lingue native nel partito della Matanza. Il tema era: ” Com’è possibile che in un paese dove esistono lingue native si insegnano solo lingue straniere?” Questo progetto fu approvato e fu lo stesso progetto che aprì le porte alle università argentine.

Il quechua è una lingua nativa parlata da circa 19 milioni di persone in Argentina, Cile, Perù, Bolivia, Colombia ed Ecuador.

Ricorda che quando iniziarono ad insegnare tutto era una lotta perché le lingue native (indigene) non le conosceva nessuno e meno si capiva perché’ venivano insegnate. Ma un po’ alla volta le persone si interessarono. Carmelo crede che sia importante trasmettere le loro conoscenze, perché l’educazione continua ad essere colonizzatrice. Quindi se non si insiste ad insegnare queste lingue prima o poi andranno perse e purtroppo con la lingua anche tutta la sua cultura.

“Un popolo senza cultura non sopravvive”

Oggi Carmelo da corsi di lingua quechua allo UNSAM, con il programma di lingue di Lectura Mundi, alle università nazionali di La Matanza ( Buenos Aires) e altri centri universitari di lingua. Inoltre partecipa a congressi internazionali della lingua quechua, dove fu riconosciuto come presidente d’onore. Al momento ci sono sei università di quechua in Argentina.

Oggi con la lingua Quechua si vuole recuperare l’ identità culturale e si lavora per le persone che vogliono acquisire la conoscenza della cultura andina che è propria della sua gente e del paese e del continente.

Para leer en español hay el siguiente enlace:

Avvistamenti di balene sulla costa dell’ uruguay 2020

Come ogni anno ritornano le balene ed i delfini sulle coste uruguaiane dopo un lungo viaggio verso luglio – agosto si fanno vedere anche qui. Lo spettacolo è sempre molto atteso e con pazienza si riesce a vedere qualche movimento dalla spiaggia o per i più fortunati in barca. Anche se non è consigliato avvicinarsi troppo per non disturbarle.

Di solito le balene arrivano prima a Rocha e poi a Maldonado e si possono avvistare su diverse spiagge. Qui sotto alcune foto da persone che hanno avuto la fortuna e la pazienza di incontrarle a Punta del Este ( Maldonado)

 

ballenas 19 8 2020 P.este
Foto de Memè Mauri de Facebook

Como todos los años vuelven las ballenas y los delfines en las costas uruguayas después de haber recorrido un largo viaje llegan en julio – agosto en nuestras costas. El espectáculo es siempre muy interesante y con un poco de suerte y paciencia se logran ver desde la playa o también en barco. Aunque no hay que acercarse mucho para no molestarlas.

Normalmente las ballenas se veen antes en Rocha y después en Maldonado y se pueden disfrutar desde distintas playas. Aqui abajo algunas fotos de personas que han tenido la suerte y la paciencia de encontrarlas este año en Punta del Este ( Maldonado)

 

ballena
Foto de Memè Mauri de Facebook

Nella pagina facebook South Georgia whale  Project viene spiegato tutto il percorso di migrazione che queste balene percorrono per arrivare in Uruguay.

South GEORGIA1

Foto da fecebook South Georgia Whale Project, progetto balene SUD GEORGIA .

South Georgia 2

En la pagina facebook South Georgia Whale Project se explica en detalle todo el recorrido que hacen estas ballenas para llegar al Uruguay.

South Georgia 3

S Geeorgia Whale project

La balena più comune in Uruguay è la balena franca. Una meraviglia! Articolo del 2018 sulle balene ed i delfini.

La ballena mas común en Uruguay es la balena franca, una maravilla!

 

whale Amy Kennedy
Foto da Facebook South Georgia whale project , di Amy Kennedy

 

balene fb
Ballenas franco austral en La Paloma el 23 agosto 2020 Foto de Vero.Svr de facebook

Inti Raymi, la festa del Sole

L’Inti Raymi oggi è considerata una delle feste turistiche più importanti del Perù e altri paesi andini. Ma dietro alla festa dedicata al solstizio e al Dio Sole si nasconde la resistenza alla colonizzazione, che gli indigeni hanno sofferto per secoli.

Inti Raymi in quechua Festa del Sole è una cerimonia religiosa incaica in onore del Dio Sole chiamato Inti. Si celebra nel solstizio d’inverno nelle Ande dell’emisfero australe . A Cuzco si tiene il 24 giugno di ogni anno nella fortezza di Sacsayhuamán, mentre in altre parti delle Ande in luoghi diversi a partire del 21 di giugno.

Il solstizio d’inverno che si celebra nella cultura andina dal 21 di giugno è considerato dagli indigeni una rinascita. La terra si prepara per un nuovo tempo di fertilità. Nelle comunità andine questo periodo è chiamato l’anno nuovo originario oppure Inti Raymi. In Bolivia si aspetta l’alba in montagna e si ringrazia il padre sole. Si celebra e si continua a celebrare ogni anno per mantenere viva una tradizione che si è voluta distruggere con la colonizzazione secoli fa. Quindi una resistenza alla colonizzazione, chiamata decolonizzazione.

despacho laguna3
un curandero andino di Cusco che prepara le offerte

 

Durante l’epoca degli inca, Inti Raymi era la più importante delle quattro feste celebrate a Cusco in Perù, e indicava l’inizio dell’anno e l’origine mitologica del popolo Inca. Durante i 9 giorni di festeggiamenti si facevano balli e sacrifici. L’ultima festa di Inti Raimi alla presenza dell’Imperatore Inca fu tenuta nel 1535. Nel 1572 la festa fu proibita dal Viceré Francisco de Toledo, essendo considerata una cerimonia pagana, contraria alla fede cattolica; da allora fu celebrata clandestinamente. Nel 1944 Faustino Espinoza Navarro effettuò una ricostruzione storica dell’Inti Raimi, basata sulla cronaca di Garcilaso de la Vega, riferita unicamente alla cerimonia religiosa. Da allora, la cerimonia è tornata ad essere un evento pubblico con un forte richiamo turistico. ( info di Wikipedia)

Quest’anno con la pandemia le riunioni sono state proibite, ma questo non ha impedito di organizzare Inti Rami famigliari. In ogni paese sudamericano si sono riunite le famiglie a festeggiare a modo loro ed alcune si sono connesse per zoom per creare una festa davvero particolare unendo così Argentina, Cile, Messico, Perù, Bolivia ecc. con un unica festa, ognuno con la sua musica e canti sacri e discorsi per la Pachamama e preghiere per il mondo.

Inti Raymi, la fiesta del Sol

El Inti Rami  hoy  es considerado uno de los festivales turísticos más importantes del Perú y otros países andinos. Pero detrás de la fiesta dedicada al solsticio y al Dios Sol se esconde la resistencia a la colonización, que los indigenas han sufrido durante siglos.

Inti Raymi llamada la fiesta del Sol en quechua,  es una ceremonia religiosa inca en honor del Dios del Sol , Inti. Se celebra en el solsticio de invierno en los Andes del hemisferio sur. En Cuzco se celebra el 24 de junio de cada año en la fortaleza de Sacsayhuamán, mientras que en otras partes de los Andes en diferentes lugares a partir del 21 de junio.

El solsticio de invierno que se celebra en la cultura andina desde el 21 de junio es considerado por los nativos como un renacimiento. La tierra se está preparando para un nuevo tiempo de fertilidad. En las comunidades andinas, este período se llama año nuevo original o Inti Raymi. En Bolivia se espera el amanecer en las montañas y gracias al padre sol. Se celebra y continúa celebrándose cada año para mantener viva una tradición que se quería destruir por la colonización hace siglos. De ahí una resistencia a la colonización, llamada descolonización.

intorno al fuoco
Tayta de Bolivia en su ceremonia de ofrendas

 

Durante la era inca, Inti Raymi fue el más importante de los cuatro festivales celebrados en Cusco en Perú, e indicó el comienzo del año y el origen mitológico del pueblo inca. Durante los 9 días de celebraciones hubo bailes y sacrificios. La última fiesta del Inti Raymi en presencia del emperador inca se celebró en 1535. En 1572, la fiesta fue prohibida por el virrey Francisco de Toledo, siendo considerada una ceremonia pagana, contraria a la fe católica; desde entonces se celebró clandestinamente. En 1944, Faustino Espinoza Navarro llevó a cabo una reconstrucción histórica del Inti Raimi, basada en la crónica de Garcilaso de la Vega, refiriéndose únicamente a la ceremonia religiosa. Desde entonces, la ceremonia ha vuelto a ser un evento público con un fuerte atractivo turístico. (Información de Wikipedia)

Este año 2020 las reuniones fueron prohibidas por causa de la pandemia, pero no se dejó de organizar Inti Raymi familiares. En cada país sudamericano, las familias se reunieron para celebrar a su manera y algunas se conectaron por zoom para crear una fiesta muy especial, uniéndose así a Argentina, Chile, México, Perú, Bolivia, etc. con una unica fiesta, cada una con su música y canciones sagradas y charlas  para Pachamama y oraciones por el mundo.

 

 

 

 

 

Messaggi dei maestri di luce

Il caos è per coloro che lo necessitano.

Non ti confondere con ciò che vedi, con ciò che ti dicono e con ciò che credi di sapere. Le cose non sono come sembrano, le cose non vanno male, non peggiorano ed il caos non esiste.

In questo momento di trasformazione, le energie si stanno muovendo, e sembra che tutto intorno a noi sia violenza. La violenza è dentro nelle persone e chi ne ha bisogno , l’ avrà. Le cose si stanno manifestando per l’ evoluzione secondo la necessita di ogni anima, per ottenere ciò di cui ha bisogno.

Mantieni il tuo cuore in pace e resta nelle luce e nell’amore e tutto intorno a te resterà calmo.

Non ti fare influenzare dall’esterno, ciò è solamente un illusione , mantieni il tuo cuore  nelle fede , nella speranza e  nell’amore.

Chiedi alle tue guide, ai tuoi angeli , ai maestri di luce che ti guidino, che ti proteggano, che ti mantengano nella vibrazione dell’amore per farti attrarre solo ciò.

Tutto dipende dalle tue azioni e dai tuoi pensieri, se reagisci all’esterno, se nella tua mente c’è violenza, se ti fai perdere dall’informazione e dalla manipolazione , se condividi tutto questo, questo riceverai.

Irradia luce, ed amore,  aiuto, compassione e gratitudine. Ringrazia per questa occasione ricevuta di cambiamento per il mondo e guarisci ciò che hai bisogno di guarire per evolverti, lavora in te la tua pace , ciò di cui tu hai bisogno per capire realmente chi sei e ciò che fai qui.

Chiedo aiuto al mio superiore per poter vedere solo le cose buone di ogni situazione, affinché il mio cuore senta amore e compassione per ogni persona che incontro sulla mia strada, per cooperare con la pace nei miei sentimenti, nelle mie parole e nelle mie azioni, per imparare a guarire  ciò che mi corrisponde rimanendo sempre nella luce.

Che tutto ciò che esca da me sia sempre amore.

Amore, luce e pace, per ogni abitante della terra.

Benedizioni infinite

Maestri di luce

 

pexels-photo-737586.jpeg
Photo by Samuel Silitonga on Pexels.com

 

 

El caos es para quien lo necesita.

No te confundas con lo que vees, con lo que te dicen y lo que crees saber. Las cosas no son como parecen, las cosas no van mal , no van peor y nada está en caos.

Es un momento de transformación, las energías se están moviendo, y pareciera que todo al nuestro alrededor es violencia. La violencia esta dentro de las personas y quien necesita de eso para aprender lo tendrá. Las cosas se están manifestando para una evolución de acuerdo a lo que cada alma requiere para lograrlo.

Mantèn tu corazón en paz y quédate en la luz y en el amor, y todo alrededor estarà en calma.

No te enganches con el exterior, eso es solo una ilusión, mantente en tu corazón, en la fe en la esperanza y en el amor.

Pide a tus Deidades, Guias, Angeles, Maestros de Luz que te guíen, que te cuiden, que te mantengan en la vibración del amor para que eso sea lo unico que atraigas.

Todo depende de tus acciones y de tus pensamientos. Si reacciones ante el exterior, si en  tu cabeza hay violencia, si te enganchas con la información, con la manipulación, si compartes eso eso tendrás.

Irradia luz y amor, ayuda, compasión, agradecimiento. Agradece esta oportunidad de cambio para el mundo y sana lo que necesites para evolucionar, trabaja en ti en tu paz, en lo que tu requieres para comprender realmente quien eres y que haces aquí.

Pido ayuda a mi ser superior para poder ver solo lo bueno de cada situación,para que mi corazón sienta amor y compasión para cada persona que cruce en mi camino, para cooperar con la paz en mis sentimientos, palabras y acciones, para aprender y sanar lo que me corresponde estando siempre en luz.

Que todo lo que salga de mi sea siempre en amor.

Amor, luz y paz, en cada habitante de la tierra

Bendiciones infinitas

Maestros de luz

pexels-photo-2387871.jpeg
Photo by Sam Kolder on Pexels.com

Fuoco sacro e preghiera per il mondo

Come possiamo nei momenti difficili come adesso , mantenere la mente positiva ed il corpo equilibrato? Sicuramente non è facile ma ce la possiamo fare con la fede e la speranza della rinascita di un mondo migliore. Il rispetto per la nostra madre terra e per la natura sono la base del nostro equilibrio e la nostra salute.

In questi ultimi anni della mia ricerca spirituale tra viaggi ed esperienze in Italia ed in Sudamerica ho trovato finalmente i rituali e le esperienze che fanno per me. E’ stata una strada lunga ed ardua, ma l’ho trovata. Ho perso molte persone strada facendo, penso che con il cambio di vibrazione le persone si allontanano o si avvicinano. Nel  mio caso molte importanti si sono allontanate e ora ho capito che quando si intraprendono delle strade spirituali si finisce a rimanere quasi sempre soli e spesso incompresi.  Questo ha a che fare anche con l’energia che si emana, oltre che alla vibrazione e poi si cambia proprio il modo di vedere le cose, mentre gli altri che ci circondano restano uguali , quindi non si riesce più a comunicare. Anche se  si parla la stessa lingua, si parlano due lingue diverse. Fa male, ci si sente soli, ma probabilmente è il prezzo che si deve pagare per arrivare in cima alla montagna e crescere spiritualmente.

 

DSC_3780
offerte per la pachamama secondo le tradizioni queros del Perù

 

Pensiero (tratto da anonimo)

Quando un uomo cancella le sue radici e dimentica la saggezza dei suoi antenati niente di buono può succedere. Ci si dimentica che la terra gira e che un giorno si ritornerà faccia a faccia con le proprie radici. Nel nome dell’ evoluzione l’uomo ha danneggiato ciò che era a sua portata, ha sconfitto la natura viva, ha messo in gabbia suo fratello, ha inquinato l’acqua. Il potere per potere non porta a nulla di buono. Oggi non può capire come la madre terra ( pachamama) si trasforma , come migliaia di umani tornano a seminare  semi sacri. Oggi inizia a vedere tutto verde , si spaventa al risveglio , il silenzio è il grande alleato che  cerca e nelle quali radici trova  la saggezza dei tempi. Le parole sacre rimangono nell’aria , nei boschi, nella montagna dove colui che ascolta in silenzio inizia a capire che niente ci appartiene e che tutto è uno. Inizia nuovamente ad accendere il fuoco sacro e riceverai la comprensione , la guarigione e  la libertà dell’ Essere una scintilla sacra.

fuego sagrado
fuoco sacro, purifica

Fuego sagrado y oraciones para el mundo

 

¿Cómo podemos mantener la mente positiva y el cuerpo equilibrado en tiempos difíciles como ahora? Ciertamente no es fácil, pero podemos hacerlo con la fe y la esperanza del renacimiento de un mundo mejor. El respeto por nuestra tierra y la naturaleza son la base de nuestro equilibrio y nuestra salud.

En los últimos años de mi búsqueda espiritual entre viajes y experiencias en Italia y Sudamérica, finalmente encontré los rituales y las experiencias que hacen para mí. Fue un camino largo y arduo, pero lo encontré. He perdido mucha gente en el camino. Entendí que con el cambio de vibración la gente se aleja o se acerca. En mi caso, muchas personas para mi importantes se han ido y ahora entiendo que cuando te embarcas en caminos espirituales casi siempre terminas solo y a menudo incomprendido. Esto también tiene que ver con la energía que se emana, así como con la vibración y ademas nuestra forma de ver las cosas cambia,  mientras  los demás a nuestro alrededor siguen siendo los mismos, por lo tanto, ya no podemos comunicarnos. Incluso hablando el mismo idioma, se habla dos idiomas diferentes. Duele, te sientes solo, pero tal vez sea el precio que hay que  pagar para llegar a la cima de la montaña y crecer espiritualmente.

 

tamburo

Reflexion ( texto anonimo)

Cuando el hombre borra sus raíces , olvida la sabiduría de sus ancestros nada bueno puede pasar bajo la luz del sol . Se olvidó que la tierra gira y que un día volverá a estar cara a cara con sus raíces. En nombre de la evolución dañò cuánto hubo a su alcance , derivó naturaleza vivaenjauló a su hermano , contaminò el agua . El poder por poder no conduce a nada bueno.  Hoy no puede entender como la madre tierra se transforma , cómo ciento de Miles de humanos vuelven a sembrar semillas sagradas hoy empieza a ver verde por todos lados , se asusta al despertar . El silencio es el gran aliado del que busca del que se busca y encuentra en sus raíces la sabiduría de los tiempos . Las palabras sagradas quedaron en el aire en los bosques en las montañas dónde el que escucha en el silencio empieza a entender que Nada nos pertenece por qué Todo es Uno Vuelve a encender el fuego sagrado y recibirás entendimiento , sanación y libertad de Ser una chispa sagrada ….✨🍁🍀

ceneri
fuego sagrado che purifica

 

Potrebbe anche interessarti:

La cosmovisione andina e la decolonizzazione

Q’eros gli ultimi inca

Cerimonia Q’eros alla laguna di Cuzco

Quarentena in Sudamerica

Uruguay:  E’ arrivato anche da noi il momento della quarantena , non ancora obbligatoria ma comunque fortemente consigliata, scuole chiuse da un mese. Molte persone con mascherine, molte in casa e altre invece in giro per strada e nei mercati come se niente fosse.

 

Voglio condividere in questo post qualche riflessione personale su questo periodo storico.

In questo periodo così difficile nel mondo, posso solo ringraziare di vivere ancora in un piccolo paradiso, se penso a come tante persone in Italia ed altrove devono fare la quarantena obbligatoria in un piccolo appartamento. Penso che sarei impazzita! Anche perché abbiamo scelto di farla ovviamente. E per non pensare a tutte le vittime che ci sono, che non si può fare più finta di niente nemmeno se ci si trova dall’altra parte del mondo.

Tanti pensieri che mi passano per la mente in queste settimane. Uno di questi è perché il destino ha voluto che mi trovassi proprio qui in questo periodo della storia? Avrei potuto trovarmi in un qualsiasi altro luogo del mondo.

 

Il mio rifugio è la mia casa, il mio giardino,

i miei guardiani sono i miei quattro cani,

il mio scaccia noia sono i miei figli e il mio compagno.

La mia musica è il canto degli uccelli nel grande parco di eucalipto davanti a casa, un polmone verde che assomiglia tanto alla foresta tropicale per i suoi suoni.

La mia salvezza è il mio lavoro per internet insieme alla scrittura

ed infine la meditazione , il fuoco sacro e il pensiero positivo che li accompagnano  anche nei momenti più bui nei quali a volte sprofondo.

Il ricordo dei miei viaggi è un motore che mi spinge ad andare avanti con la grande voglia e speranza di ripeterli e conoscere luoghi nuovi già sulla lista.

Le immagini stampate nella memoria  sono indelebili e mi accompagnano sempre, inoltre la consapevolezza che dopo di questo, tutto dovrà cambiare.

Un periodo di grande riflessione , di grandi cambiamenti per tutto il mondo, la natura che si riprende mentre noi siamo in cella. Ma va bene così in fondo , l’uomo ha solo da imparare. Vediamo se questa volta impara finalmente qualcosa di buono , quello che la natura in realtà ci vuole dire mentre si riprende.

 

img-20200407-wa0033

 

 

img_20200301_202337

La parola PASQUA deriva dal greco “PASCHA”

che viene  dall’aramaico “PASAH”,

e significa “PASSARE OLTRE”.

PASQUA significa RINASCITA.

Ed è questo che noi ci aspettiamo  dopo la sofferenza e l’isolamento vissuto in questi mesi.

 

img_20200223_130700

Cuarentena en America del Sur

Uruguay: El momento de la cuarentena también ha llegado aquí, aún no obligatorio pero muy recomendable, las escuelas cerraron por un mes. Muchas personas con tapa bocas, muchas en casa y otras en la calle y en los mercados como si nada hubiera pasado.

 

Quiero compartir en esta publicación una reflexión personal sobre este período histórico.

En este período difícil en el mundo, solo puedo agradecer por seguir viviendo en un pequeño paraíso, si pienso en cuántas personas en Italia y en otros lugares tienen que hacer la cuarentena obligatoria en un pequeño apartamento. ¡Creo que me habría vuelto loca! También porque obviamente elegimos hacerlo. Y no pensar en todas las víctimas que se están viendo allí, el mundo ya no puede fingir que nada esta pasando aunque estemos mas lejos.

Tantos pensamientos que han pasado por mi mente en estas semanas. Una de ellas es ¿por qué el destino quería que estuviera aquí en este período de la historia? Podría haber estado en cualquier otro lugar del mundo.

 

IMG_20161015_134114

 

 

Mi refugio es mi hogar, mi jardín,

mis guardianes son mis cuatro perros

mi energía cotidiana son mis hijos y mi pareja.

Mi música es el canto de los pájaros en el gran parque de eucaliptos en frente de la casa, un pulmón verde que se parece mucho al bosque tropical por sus sonidos.

Mi salvación es mi trabajo en Internet junto con la escritura

y finalmente meditación, fuego sagrado y pensamiento positivo que los acompañan incluso en los momentos más oscuros en los que a veces me hundo.

El recuerdo de mis viajes es un motor que me empuja a seguir con el gran deseo y la esperanza de repetirlos y conocer nuevos lugares que ya están en la lista.

 

Las imágenes impresas en la memoria son indelebles y siempre me acompañan, también la conciencia de que después de esto, todo tendrá que cambiar.

Un período de gran reflexión, de grandes cambios para todo el mundo, la naturaleza que se recupera mientras estamos en la celda. Pero está bien después de todo, el hombre solo tiene que aprender. Veamos si esta vez finalmente aprende algo bueno, lo que la naturaleza realmente quiere decirnos mientras se está recuperando.

 

hdr

 

La palabra PASCUA proviene del griego “PASCHA”

que proviene del arameo “PASAH”,

y significa “IR MÁS ALLÁ”.

PASCUA significa renacimiento.

Y esto es lo que esperamos después del sufrimiento y el aislamiento experimentado en estos meses.

 

img_20191102_182901

 

 

Viaggio ricordo in Italia

In questi tempi così difficili per il mondo e soprattutto per la mia cara Italia, vorrei ricordare alcuni luoghi che rinchiude questo splendido paese. Dato che non possiamo viaggiare nel senso fisico, viaggiamo con i ricordi e con la mente. Invece di riempire la mente e lo spirito di cose negative, nutriamoli con piacere e ricordi che ci fanno bene.

Alcuni luoghi che ho particolarmente a cuore , della mia terra nord Italia,  dove ho lasciato le radici anche se mi considero  cittadina del mondo le radici le ho….ed è una cosa che sento quando torno…una pace particolare che mi trasmette quando mi circonda la natura della mia terra. Il paesaggio , i sapori, i profumi e l’acqua cristallina….solo lì sembra essere così fresca e solamente lì sento quella pace.

 

Viaje recuerdo por Italia

En estos tiempos difíciles para el mundo y especialmente para mi querida Italia, me gustaría mencionar algunos lugares que encierran este espléndido país. Como no podemos viajar en el sentido físico, viajamos con recuerdos y con la mente. En lugar de llenar la mente y el espíritu de cosas negativas, alimentémonos de placer y recuerdos que sean buenos.

Algunos lugares de mi tierra, en el norte de Italia,  que quiero mucho, son esos  a donde dejé las raíces a pesar de que soy ciudadana del mundo, tengo las raíces … y es algo que siento cuando regreso … una paz particular que me transmite la tierra cuando estoy rodeada por su naturaleza . El paisaje, los sabores, los aromas y el agua cristalina … solo allí parece tan fresco el agua y solo allí siento esa paz.

 

 

lago autunno
Lago di Prato allo Stelvio in autunno/ en otonio

 

lago Fiè 3
Lago de Fiè en verano

 

lago fiè2
Lago di Fie d’estate

 

Monticolo
Lago di Monticolo d’inverno/en invierno

 

 

DSC_1781
Lago di Resia d’estate, en verano

 

Anche se i tramonti più belli li ho visti dall’altra parte del mondo e i miei occhi hanno visto luoghi spettacolari e ho conosciuto persone meravigliose, lei resta unica nel mio cuore.

I suoi laghi, le sue montagne, la sua aria pura, ed i suoi fiumi e torrenti rivoltosi e freschi…la forza della sua natura in ogni stagione è indimenticabile per me.

Aunque  las puestas de sol más bellas las vi por el otro lado del mundo, mis ojos han visto lugares espectaculares y he conocido gente maravillosa, ella sigue siendo única en mi corazón.

Sus lagos, sus montañas, su aire puro , sus ríos y arroyos potentes y  frescos … la fuerza de su naturaleza en cada estación es inolvidable para mi.

 

casacta
cascata magica di Vilpiano d’inverno/en invierno

 

cascata
Magica cascata durante tutto l’anno/ la cascada es magica siempre

 

 

 

fiori
I fiori tipici dei balconi e dei davanzali delle finestre altoatesine/las flores que se ven en los balcones tipico de Alto Adige

 

cigni
Cigni del lago di Coldrano (Laces)/cisnes en el lago de Coldrano

 

fontana
Fontane tipiche altoatesine, con acqua purissima/Fuente tipica con agua cristalina

 

 

Messaggio di speranza:

E mentre l’uomo rimase rinchiuso per settimane e mesi, la natura  respirava  e si riprese. I fiori iniziarono a crescere con più forza, uscirono lepri e animali selvatici nei giardini delle città, le acque erano più limpide e nuovi pesci ci nuotarono. Dicono che in alcuni porti tornarono persino i delfini.

Quindi cosa imparerà l’uomo da tutto questo? La natura rinasce e l’uomo rinascerà anche lui? Se dopo quest’esperienza e sofferenza non avverrà un cambio di coscienza non ci sarà mai. Rifletti  adesso uomo che la natura te lo sta chiedendo!

 

Mensaje de esperanza:

Y mientras el hombre permaneció encerrado durante semanas y meses, la naturaleza respiró y se recuperó. Las flores comenzaron a crecer con más fuerza, las liebres y los animales salvajes salieron a los jardines de la ciudad, las aguas eran más claras y  peces nuevos nadaban allí. Dicen que en algunos puertos  hasta los delfines regresaron.

Entonces, ¿qué aprenderá el hombre de todo esto? ¿Renacerá la naturaleza y también renacerá el hombre? Si después de esta experiencia y sufrimiento no hay cambio de conciencia, nunca lo habrá. ¡Reflexiona ahora  hombre que la naturaleza te lo está pidiendo!

Amatista e Agata pietre preziose

A nord dello stato del Rio Grande do Sul, in Brasile, e ad est del dipartimento di Artigas in Uruguay, si trova una vasta regione mineraria o provincia gemmologica di depositi di agata e ametista.

Al norte del estado de Rio Grande do Sul, Brasil, y al este del departamento de Artigas en Uruguay, se localiza una extensa región minera o provincia gemológica de yacimientos de ágatas y amatistas.

Per cui il Nord dell’Uruguay Artigas è la terra delle pietre preziose. Qui si organizzano safari alle miniere delle pietre, tra cui troviamo anche l’agata ed il quarzo. Inoltre questi posti sono considerati centri energetici importanti.

Por eso el norte de Uruguay, Artigas es también la tierra de las piedras preciosas. Aquí es posible hacer un safari minero, donde encontramos también la piedra ágata y el cuarzo. Estos lugares son centros energéticos del mundo importantes.

 

DSC_0206

DSC_0160

 

DSC_0174

I depositi tendono ad essere scoperti o a cielo aperto e di solito vengono estratti da agate. Ci sono anche tunnel, in cui l’ametista viene estratta nelle sue profondità. Questi tunnel sono caratterizzati da dimensioni molto grandi, il che facilita l’ingresso ai camion.

Los yacimientos tienden a ser descubiertas o cielo abierto, y por lo general se extraen en ellas ágatas. Existen también túneles, de los cuales se extrae la famosa piedra amatista conocida en todo el mundo. Estos túneles son muy grandes y  gracias a eso pueden  entrar los camiones.

DSC_0200

 

DSC_0206

In media, si stima la produzione di centotrenta tonnellate di agate all’anno. Mentre le ametiste vengono prodotte intorno alle settantacinque tonnellate.

En promedio se calcula, la producción de ciento treinta toneladas anuales de ágatas y   alrededor de setenta y cinco toneladas de amatistas.

 

DSC_0161

Allo stesso modo, viene registrata l’esistenza di grandi geodi, anche se sono di meno. Questi geodi pesano tra i cento e cinquecento kg. Alcuni raggiungono diametri superiori a un metro.

De aquí provienen también  grandes geodas, aunque no son muchas, estas llegan a pesar entre cien y quinientos kilogramos. Algunas llegan alcanzar diámetros superiores a un metro.

 

DSC_0211

Esiste un aneddoto sulle pietre preziose di Artigas e risale agli anni ’50, quando l’archeologo uruguaiano Antonio Taddei, fu in grado di determinare sulle rive del torrente Catalán Chico, l’esistenza di resti di una cultura primitiva, di otto e diecimila anni fa. Lui la  che chiamò Catalanense.

I documenti storici però mostrano che era nel 1860 quando le agate e le ametiste iniziarono a guadagnare valore, quando iniziarono ad arrivare dal catalano alle cascate Paysandú, per essere spedite al basso fiume Uruguay .

Oggi le pietre sono vendute in tutto il mondo. E le pietre di Artigas sono famose in China, Arabia Saudita e tanti altri paesi che le comprano.

El los años 50 un arqueólogo uruguayo Antonio Taddei, descubrió  en las orillas del arroyo Catalán Chico, la existencia de restos de una cultura primitiva, de ocho y diez mil años de antigüedad, que llamó Catalanense.

Según  los registros históricos las ágatas y amatistas  comenzaron a adquirir valor en 1860,  cuando comenzaron a llegar desde el Catalán hasta el Salto Paysandú, para ser embarcadas al rio Uruguay abajo.

Hoy las piedras de Aritgas son famosas en todo el mundo. Se venden en la China como en Arabia Saudita como en el resto del mundo.

DSC_0188
safari nelle gallerie Artigas

 

DSC_0215

Murales , l’arte che da vita

Finalmente abbiamo raggiunto il paesino Villa 25 de Agosto, departamento Florida in Uruguay, al quale la pittrice francese Lea ha regalato un atmosfera speciale con i suoi murales.

Por fin llegamos al pueblitoVilla 25 de Agosto, departamento Florida en Uruguay, donde  la pintora francesa Leo dio nuevamente vida al pueblo con sus murales en las casas.

io e nico

La piazza del paesino ha questa murale che si trova vicino alla stazione del treno( che purtroppo non funziona più) dove troviamo un vagone allestito come atelier per i corsi di pittura e l’esposizione di arte.

En la plaza del pueblo encontramos esta mural que esta ubicada cerca de la estación de ferrocarril ( que lamentablemente ya no funciona) donde hay un vagon que se usa como atelier de la pintora para sus cursos de pintura  y exposición de cuadros.

bebe
murale che sembra un sogno, mural que parece un sueno 

 

Il motivo da disegnare su ogni casa viene scelto dai proprietari che ci mettono anche i colori. La pittrice ed i suoi alunni si mettono al lavoro! In questo modo è nata la strada dei murales che attrae ogni mese turisti che vengono a conoscere il paese per quest’arte.

 

 

El dibujo es elejdo por los preoprietarios de la casa que también meten la pintura. La pintora  Lea y sus alumnos ponen mano a la obra. Se creo  así  la Ruta de los murales en Villa 25 de agosto donde llegan visitantes solo para conocer los murales de Leo.

 

bici

 

cavalli
murale antico con carrozza trainata da cavalli, mural antigua con caballos y carro

 

Il ristorante del paese , el restaurante del pueblo

entrada
paesaggi, paisajes naturales

 

tango
copia che balla tango, pareja que baila tango

 

 

panadaria
il panificio del paese, la panetteria del pueblo

 

I famosi gauchos uruguaiani, los famosos gauchos uruguayos.

 

leo artista
Leo la pittrice con me, Leo la pintora conmigo

 

indios
Gli indigeni charrua, los indigenas charruas

Chi non viaggia ha letto solo la prima pagina di un libro.